Come detto , ci sono un sacco di segni

Come detto , ci sono molti segni che lasci trasparire in antipatia di Guardiola al personale di conflitti. Tra il 2010 e il 2012 è particolarmente significativo, perché fu allora che lui e la sua forza di José Mourinho costantemente di fronte a vicenda. Pep ha vinto più partite (cinque contro due), ma mai e non si sentiva il vincitore della guerra. L’atmosfera pesante di confronto premeva su di esso un peso insopportabile, e in seguito ha ammesso che in questo periodo non ricorda nulla di buono, sia che si tratti di vittoria o sconfitta. E questo considerando che nel 2010 il Real madrid è stato riprodotto con il punteggio di 5:0!

Considerando quanto sia difficile per lui era di dividere la Spagna con il portoghese, è interessante sapere cosa ha pensato quando ha saputo che verrà a vivere con Mourinho Eurobet (sito web) in una città.

“…– So che Xabi Alonso passato mesi la presa in giro di lui: “E se vai in un ristorante di Manchester e ci José – che vuoi fare? – è diviso ….”

“…Ma ora il contesto leggermente diverso. A Madrid il Mourinho era un’altra motivazione: gli sembrava che il «Leopardo» amato e adorato da tutti, e gli avversari erano più interessati a firmare autografi e non la vittoria nel gioco. Voleva cambiare, e ha iniziato una vera e propria guerra contro i catalani. Ora non è così.

La prima conferenza stampa di José fa capire Eurobet (sito web) che il suo atteggiamento è cambiato. Infatti, ha detto che in Spagna è stato il «business, niente di personale». Ma so che Pep non la pensa così. Egli ritiene che il business è la vita, che sono inseparabili. Se attaccare Pepa-allenatore, che ha colpito e -uomo. Allo stesso tempo, ha abilmente la salutò con la frase “siamo in un grande campionato, quindi è logico vedere qui di José Mourinho”….”

Sembra che ora il portoghese non è interessato alla guerra. Ma c’è qualcosa che involontariamente viene in mente un’intervista nel 2015, quando il portoghese ha deciso di commentare la forza di Lionel Messi:

“…Con lui è normale vincere la CHAMPIONS league, tutte le finali. «Barcellona» cambia l’allenatore, ma non importa Unibet (sito web), perché Messi rimane. Ha vinto con , con Guardiola, con Enrique. Lui – una grande figura nel calcio. Sarà sempre la CHAMPIONS league con Messi e CHAMPIONS league senza Messi….”

E ancora si può leggere qualcosa tra le righe. Mourinho come se dice, che è diventato campione con il «Porto» e «Inter», mentre altri solo con Messi. Chiunque può.

I fan di uno specialista noteranno che Messi (con Xavi e ) erano già in squadra al momento dell’arrivo di Guardiola, e per due anni non hanno vinto. E ‘ l’influenza Pepa, il suo cambiamento e l’ideologia, ha contribuito ad «Amici» di restituire prestigio.

Ma il tempo di Guardiola al Bayern monaco ancora di più parte di opinione. Sì, tedesco grand tranquillamente dominato il campionato, ma nessuno si è sorpreso. Più preoccupante il fatto che in CHAMPIONS league non è successo niente.

Quando si tratta di Guardiola, cinghia standard come mai alto. Lasciate che ha vinto una quantità infinita di riconoscimenti per il suo ancora una piccola carriera, in esso saranno sempre dubitare, sempre alla ricerca del gioco. Il nuovo progetto «Manchester City» sarà la definitiva prova della sua abilità. Sì, ha avuto una squadra forte, ma non in modo organico, come i due precedenti.

“…– Ha bisogno di ancora un anno per costruire la squadra. Ma i tre acquisti già danno un’idea di come si pensa. Leroy Sanaa – un giovane e veloce – master sulla sua posizione. Come e Nolito – lui è un esperto. Un altro allenatore dirà che essi non sono abbastanza buone, ma Pep in grado di giudicare i giocatori, come nessun altro. Beh e Claudio Bravo. Tutti la firma di danno capire cosa vuole Guardiola: vincere, ma a modo suo.